OLIO DI PALMA… SI O NO???

Ciao ragazze e ragazzi,

oggi vi parlo di un ingrediente largamente diffuso in commercio, dall’industria alimentare al settore cosmetico, un olio molto versatile, oltre che disponibile sul mercato a prezzi contenuti rispetto ad altri oli vegetali maggiormente pregiati, il tanto odiato OLIO DI PALMA

olio di oalma

Ma quest’olio fa male, o non ha effetti nocivi sulla salute umana? Dipenda dal tipo di olio che si utilizza:

  • L’olio di palma grezzo, è l’olio estratto dai frutti della pianta di cui conserva la pigmentazione rossa. Si presenta solido a temperatura ambiente essendo ricco di acidi grassi saturi.
  • L’olio di palmisto, deriva dai semi del frutto delle palme da olio. Si presenta solido a temperatura ambiente, in quanto ricco di acidi grassi saturi, però, mancando di pigmenti si presenta di colore bianco come il burro.
  • L’olio di palma raffinato, maggiormente utilizzato nel settore alimentare e cosmetico, si ottiene mediante un processo atto a renderlo giallo e fluido come un comune olio di semi. Durante il processo di raffinazione, l’olio perde tutta la componente “benefica” antiossidante, risultando un inutile surplus di grassi nocivi che è meglio evitare.

Le aziende lo utilizzano essenzialmente come olio di frittura o come ingrediente per la preparazione dei prodotti, specialmente da forno (oltre che per le creme spalmabili, le margarine e altri tipi di alimenti e condimenti) poiché si tratta di un ingrediente poco costoso e comodo da utilizzare sulla base delle sue caratteristiche organolettiche e della consistenza. Ma perche non vengono utilizzati altri oli più salutari? Per almeno tre buoni motivi:

  1. Gli altri oli, come ad esempio l’olio di oliva, si deteriorano molto in fretta generando sostanze tossiche. Invece l’olio di palma raffinato, essendo resistente ai fattori ambientali quali luce e temperatura, risulta essere il più idoneo nella conservazione dei prodotti confezionati.
  2. L’olio di palma, sia grezzo che raffinato, è uno degli oli che raggiunge più lentamente il punto di fumo e quindi è uno dei più adatti alla cottura dei cibi.
  3. L’olio di palma grezzo non ha particolari controindicazioni, ma come qualsiasi altra fonte di grassi saturi, come il burro, lo strutto, etc dovrebbe essere utilizzato con moderazione. La presenza dell’elevata quantità di acido palmitico lo rende dannoso per la salute delle arterie se usato in eccesso.

nutellaolio in bottiglia

L’olio di palma trova inoltre impiego al di fuori dell’industria cosmetica ed alimentare, ad esempio nella produzione di biodiesel. Il biocarburante ottenuto a partire dall’olio di palma è stato però bollato dalla U.S. Environmental Protection Agency come non ecologico, in quanto la sua produzione è causa di emissioni di anidride carbonica superiori a quanto consentito perché un biocarburante venga considerato realmente “pulito”, oltre che per via degli ingenti costi ambientali legati alla sua produzione.

Essi sono principalmente legati alle modalità stesse di diffusione della coltivazione di palme da olio, avvenuta in maniera sempre più massiccia nel corso degli ultimi anni per via dell’esigenza del mondo industriale di avere a propria disposizione un olio a basso costo ed utilizzabile, come visto, in numerosi campi di applicazione. La coltivazione di palme da olio sta infatti prendendo piede sottraendo terreno a foreste dal valore inestimabile, comprese antiche foreste pluviali caratterizzate dalla presenza di ecosistemi irripetibili al mondo. La preparazione del terreno per la coltivazione delle palme da olio richiederebbe interventi drastici che comprenderebbero incendi in grado di distruggere centinaia di ettari di foreste ogni anno in nome di necessità industriali sempre più incalzanti, contribuendo alla scomparsa di sempre più numerose specie vegetali ed animali, che si trovano improvvisamente deprivate del proprio habitat naturale.

deforestazionepolmoni verdi

La deforestazione interessa zone del mondo come la Costa d’Avorio, l’Uganda e l’Indonesia – e non solo – le cui foreste incontaminate vedono via via erosi i propri confini a causa della domanda crescente di un olio di cui il mondo potrebbe benissimo fare a meno, a favore di prodotti decisamente più salutari e sostenibili e di un’industria alimentare in grado di fornire prodotti di qualità che non si basino dunque su ingredienti pressoché scadenti dal punto di vista nutrizionale. La devastazione delle foreste pluviali provoca inoltre un grave danno alle popolazioni indigene che tuttora le abitano (contribuendo alla loro difesa e protezione), alle quali territori che esse occupano da secoli verrebbero sottratti senza remore.

Distruggere le foreste pluviali significa dire addio a dei veri e propri paradisi di biodiversità e a dei polmoni verdi che da millenni sono correlate alla produzione dell’ossigeno necessario alla sopravvivenza di ogni forma di vita, compresa la nostra.

Olio di palma, un ingrediente ormai onnipresente nei prodotti alimentari confezionati. I consumatori sono sempre più attenti all’elenco degli ingredienti presente sulle confezioni. Dallo scorso dicembre l’Italia si è allineata alla normativa europea che prevede di specificare la tipologia di oli vegetali utilizzati per la realizzazione di prodotti alimentari.

E’ tutto Ragazze spero di aver fatto chiarezza sull’ argomento e di avervi spinto a riflettere, io evito Prodotti alimentari, casalinghi e Cosmetici con Olio di Palma!! Che ne dite della ricetta dei Biscotti Fatti in Casa, Super ECONOMICI, Biologici e integrali senza Olio di Palma??

MI RACCOMANDO ISCRIVETEVI DOVE VEDRETE TANTE RICETTE HEALTHY SANE E LEGGERE PER FARE BISCOTTI, DOLCI, TUTTO SENZA OLIO DI PALMA!!! 

XOXO Ale :*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...