RIUTILIZZO INDUMENTI USATI

Cari followers,

vivendo i Comuni a 360° mi sono resa conto della mancanza di informazione che c’è tra i cittadini… La raccolta differenziata viene vissuta come uno stravolgimento epico delle proprie abitudini, perciò si rischia di non collaborare per creare disagio… Rifiuti abbandonati in ogni dove, ma la cosa che mi lascia perplessa è che esiste un servizio di raccolta chiamata “Porta a Porta” CHE CONSISTE NEL SEGUIRE SEMPLICEMENTE UN CALENDARIO per la gestione dei propri rifiuti… Ma oltre ai rifiuti, c’è quella tipologia di bene che raccogliendola adeguatamente frutta risparmio nelle proprie tasche… GLI INDUMENTI USATI…Per questo motivo un noto marchio di abbigliamento ha messo su una campagna di sensibilizzazione 😉

recupero indumenti usati 2H&M

“La moda non merita di finire nei rifiuti“: con questo slogan H&M lancia anche per il 2015 la campagna per la raccolta di abiti usati e prodotti tessili per la casa che si propone come obiettivo di ridurre la quantità di capi di abbigliamento, copriletto, lenzuola, asciugamani, tovaglie, tende e via dicendo che ogni anno finisce nelle discariche di tutto il mondo. Tonnellate di materiale, che potrebbe essere riutilizzato al 95%.

H&M CONSCIOUS EXCLUSIVE COLLECTION: LA MODA SI FA CHIC E BIO

Un vero e proprio spreco, con un impatto fortemente negativo a livello ambientale, che il colosso svedese della moda low cost si impegna a contrastare, in linea con la propria vocazione conscious, invitando i clienti a consegnare nei diversi punti vendita presenti su tutto il territorio nazionale capi di abbigliamento e prodotti tessili per la casa, “di qualsiasi marca e in qualsiasi stato di usura“.

H&M

Una campagna di grande valore sociale e ambientale, che inoltre premia i consumatori che decideranno di aderire e ha pure un risvolto benefico. Per ogni sacchetto di materiale usato consegnato presso uno store H&M si riceverà infatti in cambio un buono spesa del valore di 5 euro, da utilizzare su un acquisto minimo di 40 euro, per un massimo di due buoni spesa al giorno, mentre H&M per ogni kg di abiti e tessili raccolti donerà 0,02 euro a un’organizzazione locale del progetto Charity Star, Save the Children nel caso dell’Italia.

Cosa fa H&M con gli abiti usati raccolti?
In base alle condizioni dei capi raccolti, l’abbigliamento usato intraprenderà diverse strade:

  • Riutilizzo
    Se i capi sono in buone condizioni, saranno riproposti sul mercato come abiti di seconda mano.
  • Recupero
    Se i capi non sono più utilizzabili, saranno impiegati per il recupero di fibre tessili come stracci per le pulizie
  • Seconda vita
    Alcuni capi potrebbero essere riconvertiti in prodotti per la pulizia o utilizzati nella manifattura di altri prodotti come per esempio materiali assorbenti o isolanti per l’industria automobilistica (“materiali assorbenti o isolanti per l’industria automobilistica“)
  • Energia
    Se nessuna delle tre ipotesi precedenti è possibile, gli abiti saranno utilizzati per la produzione di energia.

Detto ciò miei cari followers, vi invito a scegliere le alternative che il proprio comune mette a disposizione, o i soliti contenitori gialli per gli indumenti usati, o il noto marchio di abbigliamento, o la beneficienza, o il riuso di figlio in figlio  😉

Un modo come un altro per contribuire alle iniziative che noi stessi paghiamo attraverso le tasse, quindi sfruttiamo tutto al meglio e comunichiamo per migliorare il servizio 😉

XOXO Ale 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...