OTTENERE ACQUA POTABILE DALL’UMIDITA’… E’ POSSIBILE??

Ciao Followers,

avete mai pensato di trasformare l’aria che respiriamo in acqua? O meglio, l’umidità che ci sovrasta nelle calde sere d’estate, quando a fatica si respira per l’elevato tasso di umidità presente nell’aria? ;=0

L’ideale sarebbe trasformare l’aria che respiriamo in acqua potabile,  senza inquinare l’ambiente, garantendo l’utilizzo di questo bene GRATUITO!!!!!

ACQUA

Adesso è possibile, grazie a una innovativa tecnologia che arriva dalla Svizzera.

La macchina all’avanguardia che può fare tutto questo è stata presentata a Expo dalla Seas, la società di Riva San Vitale (Ticino) che ha progetto e realizzato il sistema Awa Modula (Air to Water to Air), in grado di catturare l’umidità presente nell’atmosfera e trasformarla in acqua potabile di alta qualità. In realtà, sono diversi anni che si inseguiva la possibilità di ricavare acqua dall’aria. Adesso questa possibilità si è concretizzata ed è stata sperimentata su grandi numeri: in un albergo e una società petrolifera in Messico, e in una fabbrica di formaggio in Perù. Parliamo di ottenere fino a 10.000 litri di acqua al giorno. Con la tecnologia della Seas Societé de l’Eau Aerienne Suisse, si potrebbe «rispondere alla crisi globale dell’acqua» spiega il direttore generale, Rinaldo Bravo.logo bio 2

La macchina funziona ovunque, anche in zone aride come il deserto, poiché è alimentata a elettricità, e quindi consente l’uso di fonti rinnovabili, dall’energia solare a quella eolica. E restituisce al contempo aria fredda per la climatizzazione e calore per il riscaldamento di acqua sanitaria. «Altri riuscivano a ottenere quantità molto ridotte di acqua dall’aria – spiega Bravo – . Noi, a 30 gradi e 70% di umidità, riusciamo a catturare il 60% dell’acqua presente nell’aria». Questa tecnologia «permette di avere a disposizione una fonte praticamente inesauribile di acqua, riducendo costose infrastrutture, inquinanti (non ci sono scarti) e trasporti.

Si può infatti ottenere acqua potabile di qualità, arricchita di sali minerali; ma anche acqua per uso agricolo (serre e allevamenti), oppure acqua distillata per uso alimentare, farmaceutico, ospedaliero, industriale. Per tutte le tipologie proposte, i sistemi SEAS permettono di produrre acqua dall’aria, con macchine da 2.500 a 10.000 litri al giorno, modulabili sino a centinaia di metri cubi, mantenendo l’acqua in ricircolo costante, a temperature corrette.

Per cercare di capire il difficile meccanismo del sistema Awa, PENSATE AL MECCANISMO di un vecchio frigorifero. «Pensate al frigorifero della nonna. Che a un certo punto andava sbrinato. Allora la nonna staccava la spina e il ghiaccio cominciava a sciogliersi, pioveva acqua dappertutto. Noi dobbiamo fare proprio come per la sbrinatura del frigorifero: mantenere la temperatura a 2 gradi qualunque sia quella esterna. L’acqua raccolta viene filtrata e poi resa potabile con l’aggiunta di sali minerali. Inoltre il freddo e il caldo che usiamo per questo processo, lo riusiamo per scaldare e raffreddare».

In tutta questa tecnologia fa la sua parte anche un Ateneo italiano, l’Università di Pavia. La Professoressa Anna Magrini dell’Unversità di Pavia, che ha collaborato alla realizzazione del progetto spiega: «La tecnologia garantisce un impatto ambientale basso o nullo. A differenza delle tecnologie ad osmosi inversa (desalinizzazione, depurazione delle acque, trattamento delle acque reflue, ecc.), quella di SEAS non rilascia impurità nell’ ecosistema locale e offre una fonte illimitata e inesauribile di acqua potabile».

La rivoluzione che questo sistema può rappresentare per il mondo intero è ancora più evidente alla luce dei dati allarmanti sulla crisi globale dell’acqua: basti pensare che 880 milioni di persone in tutto il mondo non hanno accesso all’ acqua potabile e 3,4 milioni muoiono ogni anno per la mancanza di questo bene o per malattie correlate.

Io do un voto positivissimo a chi sta cercando di cambiare le vecchie abitudini… Voi cosa ne pensate? COMMENTATE, COMMENTATE E COMMENTATE, per cercare di capire anche le opinioni altrui ;-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...