Carbone vegetale e i suoi prodotti 

Buon venerdì miei followers,

Oggi venerdì nero con una specialità molto golosa e a parer mio molto ma molto più salutare di un comune prodotto commerciale, la piadina al carbone vegetale 🌮🍴🍽

Il carbone vegetale è un rimedio naturale che viene consigliato di frequente nel caso in cui si presentino gonfiori addominali persistenti. Il carbone vegetale viene utilizzato sia per il benessere naturale che in cucina, per l’alimentazione, sotto forma di additivo in polvere.

Carbone vegetale per il benessere
Le proprietà depurative del carbone sono note fin dall’antichità. Dal punto di vista degli integratori naturali si parla normalmente di carbone vegetale o di carbone attivo. Dal punto di vista della salute il carbone attivo viene utilizzato come integratore per disintossicare l’organismo, ad esempio in caso di intossicazione o avvelenamento.
Il consiglio è di consultare il proprio erborista di fiducia per comprendere se il carbone vegetale è davvero il rimedio naturale che può fare al caso nostro. Soprattutto se i gonfiori si presentano a livello dell’intestino e se sono accompagnati da meteorismo, il carbone vegetale può rivelarsi un rimedio efficace.

L’effetto del carbone vegetale sull’intestino è depurativo. Il carbone vegetale contribuisce ad aiutare l’organismo a depurarsi dalle scorie. Solitamente il carbone vegetale come integratore naturale può essere assunto subito dopo i pasti principali.
Quando il gonfiore addominale è presente soprattutto a livello dello stomaco, può essere utile abbinare all’uso del carbone vegetale una tisana al finocchio. In generale il carbone vegetale aiuta ad assorbire gas e sostanze potenzialmente dannose per l’organismo. Il carbone vegetale, oltre che in caso di gonfiore addominale e meteorismo, può essere d’aiuto per depurarsi anche in caso di intossicazione da metalli pesanti, farmaci, droghe e funghi.
Carbone vegetale in cucina

Il carbone vegetale nell’alimentazione viene utilizzato come colorante naturale dato che rientra nella lista UE degli additivi consentiti (E153). Viene impiegato per la colorazione o la realizzazione di farine speciali utili per preparare impasti dolci e salati. Il carbone vegetale così entra a fare parte dei cibi funzionali. Miscelando carbone vegetale alla farina si ottiene un prodotto di colore nero capace di creare un notevole impatto visivo. Si consiglia di aggiungere da 10 a 15 gr per kg di farina.

Io ora vi posto le foto della piadina light al carbone vegetale che ho preparato per una deliziosa cena 😋

Fatemi sapere cosa ne pensate 📝📝📝

A presto Ale 😘

IMG_20151121_204420

IMG_20151121_212703

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...